Nato a Roma il 23/05/1958 risiede ad Anzio (Rm).

Appassionato di tutte le espressioni artistiche, coltiva questa sua passione da sempre.

Inizia il suo percorso dalla scuola media, grazie alla professoressa di educazione artistica e alla frequentazione della famiglia di un amico e coetaneo il cui padre Renato Mattia, artista nonché restauratore presso il Vaticano, lo rende partecipe all'attivita' di un gruppo di artisti di Anzio, "Gli amici dell'Arte" con i quali, in una breve esperienza teatrale trova la possibilita' di esprimere se stesso anche in modo diverso, con la recitazione.

Da queste esperienze cerca di carpire tecniche e metodi, ma per lo piu' la capacita' inventiva di alcuni artisti, pittori, scultori, attori e cantanti.

Sportivo da sempre, pratica il Judo che in qualche modo contribuisce alla sua formazione artistica, legandolo al tema delle tradizioni e quindi alle radici dell'uomo, che rimane il filo conduttore della sua esperienza.

Pochi lavori a olio su tela prendono vita durante il suo percorso artistico, prediligendo la creativita' su oggetti e materiali che lo ispirano, o su cose sulle quali la natura ha gia' disegnato in modo spontaneo i tratti salienti.

Laureato in Scienze Motorie, appassionato di letture sulla vita oltre la vita, attraverso lo studio di varie tecniche di massaggio e di quello Shiatsu, in particolare, nonché della Medicina Cinese e del valore dei punti dell'Agopuntura, matura sempre piu' la consapevolezza che l'uomo sia il punto di congiunzione tra la spiritualita' del cielo e le cose belle della terra e della natura, e che le mani rappresentino e siano il mezzo per dare, trasmettere e rappresentare emozioni.

Al suo percorso artistico contribuiscono esperienze che lo mettono in comunicazione con gli elementi della natura; come un corso di massaggio Watsu, in cui l'acqua funge da catalizzatore e l'uomo (operatore e paziente indifferentemente) fonde le proprie emozioni con essa.

La sua arte nasce dall'attenta osservazione della natura, dell'ambiente e delle cose che lo circondano. Colleziona tutti quegli oggetti: sassi, tronchi, radici, conchiglie e quanto altro, col quale entra in una sorta di comunicazione o ispirazione che cerca di evidenziare e valorizzare.

Le sue opere sono un delicato connubio tra la creativita' spontanea della natura e dei suoi elementi (vento, acqua, sole, terra, fuoco, tempo...) e la mano dell'uomo. L'usura del tempo viene evidenziata e valorizzata (e non eliminata), mettendo in risalto la grandezza della natura e l'importanza che l'uomo ed il suo operato rivestono per il perdurare di questa nel tempo.
home biography events gallery contacts
 
powered by horusgraphic